News
Festival sull'innovazione

Festival sull’Innovazione di Rimini

Si è concluso da qualche giorno ‘We make future’ 2022, il più grande Festival sull’Innovazione Digitale e Sociale, svoltosi a Rimini dal 16 al 18 giugno e ideato da Cosmano Lombardo, CEO di Search On Media Group.

L’evento, giunto alla sua decima edizione, rappresenta un acceleratore di formazione, cultura e innovazione, un’agorà in cui discutere, riflettere e costruire il Futuro.

Gli ospiti del festival

‘We make future’ 2022 si è aperto con un intervento degli attivisti Linda Sarsour, ideatrice della Women’s March, e Siyabulela Mandela, attivista e giornalista, nipote di Nelson Mandela.

Un’apertura in grande stile per un evento che ha ospitato: 250 espositori italiani e stranieri, più di 100 eventi, 77 tra stage formativi e open stage dedicati ai principali temi dell’innovazione.

Si sono affrontate molte tematiche relative ad attualità e trend del futuro con ospiti illustri del calibro di Federico Faggin, padre della microelettronica e Stefano Quintarelli, l’inventore del sistema identificativo SPID.

Festival sull’innovazione: focus su AI e robotica

Intelligenze Artificiali e Robotica sono state grandi protagoniste. In particolare, si è dibattuto della loro applicazione a supporto dell’uomo, della ricerca e in tanti altri ambiti.

Ne hanno parlato alcuni degli esponenti di spicco del settore, raccontando un rapporto, quello fra le macchine e l’essere umano, che sta raggiungendo nuove vette grazie agli sforzi di équipe specializzate ed istituti di ricerca.

Molteplici sono state le dimostrazioni pratiche inerenti la robotica. Daniele Pucci, Head of Artificial and Mechanical Intelligence dell’Istituto Italiano di Tencologia (IIT), ha mostrato il funzionamento di iCub3.

iCub3 è il robot umanoide nato da un progetto Open source. Il progetto è oggi in un avanzato stadio di sviluppo. Il robot, comandato da remoto, è in grado di eseguire azioni molto precise e complesse.

Il ritorno di Sophia al festival sull’innovazione

Altra dimostrazione pratica inerente l’interazione tra uomo e robot è quella che ha visto protagonista Sophia, robot umanoide prodotto dalla Hanson Robotics Limited.

Già nel giugno 2020, Sophia aveva partecipato al WMF Online in collegamento dalla Cina, dando dimostrazione di capacità piuttosto avanzte.

Startup Competition: vince Golee

Altro momento saliente del festival sull’innovazione è stata la premiazione delle start up più innovative. La Startup Competition ha avuto un grande successo con oltre 950 candidature pervenute. Solo 6 sono state le startup selezionate per la finale.

Vincitrice della competizione è stata Golee, One Stop Platform per le società sportive in grado di automatizzare le attività dei club sportivi. Golee si è aggiudicata un premio del valore di 175.000 euro in servizi offerti da vari partner del Wmf. Oltre al premio, Golee si è aggiudicata la qualifica di finalista al contest per startup del Disraptors Summit di Praga, in programma il prossimo ottobre.

E mentre ancora si parla di questa edizione del festival e di tutte le novità presentate, gli organizzatori hanno già annunciato l’edizione 2023 dell’evento che si svolgerà sempre a Rimini nel mese di giugno.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.