Il miglior stack tecnologico per i tuoi progetti

Non è sempre facile scegliere quale possa essere il miglior stack tecnologico per i propri progetti.

La scelta dello stack tecnologico da utilizzare è probabilmente la decisione più importante che si deve affrontare durante la creazione di un software. Vi chiederete perché. Perché uno stack tecnologico garantisce che il sito web o l’app del software che si sta sviluppando funzionerà in modo efficiente. Ha un impatto diretto sulla sua velocità ma anche sulla sua capacità di cambiare e trasformarsi in futuro.

Quando uno sviluppatore sta creando un’applicazione software o un sito web affidabile, probabilmente ha fatto già delle accurate ricerche su quali sono i migliori strumenti, framework e stack tecnologici adatti al suo progetto.

Certamente tutte queste informazioni e ricerche creano stanchezza e pressione per ogni sviluppatore che cerca di prendere la decisione giusta. Fortunatamente esistono dei metodi per trovare delle soluzioni semplici. Il trucco è identificare le esigenze principali del progetto e quindi analizzare quale strumento si adatta meglio al progetto sin dall’inizio.

Ma cosa si intende per stack tecnologico?

La parola “stack” deriva dall’inglese e significa letteralmente “pila”, anche identificata come “struttura”; insieme all’aggettivo tecnologico sta a significare quell’insieme di software e applicazioni che, legati l’uno all’altro, portano alla creazione di progetti informatici e tecnologici.

Gli esperti utilizzano queste tecnologie interconnesse per eseguire, analizzare e migliorare la loro attività in funzione dell’obbiettivo da raggiungere.

Immaginiamo che il tuo progetto sia quello di creare un’applicazione web. Per questo, avrai bisogno di un server back-end in cui tutte le informazioni vengono elaborate e passate al database. E avrai bisogno di un server front-end composto da ciò che i tuoi utenti vedono e con cui interagiscono quando visitano la tua app web.

La raccolta di tutte le lingue e gli strumenti utilizzati nel back-end o front-end, insieme ad altri strumenti per creare l’applicazione Web, è nota come stack tecnologico.

I migliori modelli di stack tecnologico

L’utilizzo del giusto stack tecnologico per il tuo prodotto software è fondamentale per il successo e la redditività della tua applicazione. Aziende come Facebook, Amazon e Uber hanno i propri stack tecnologici. Sicuramente, con il giusto investimento in termini di tempo e risorse si può creare un proprio stack, a seguito di ricerche approfondite per trovare i migliori strumenti e tecnologie adatti al progetto. In alternativa si può scegliere uno stack tecnologico già costruito e pronto per essere utilizzato.

Esistono molti linguaggi di programmazione, strumenti e tecnologie che funzionano perfettamente insieme e aiutano gli sviluppatori a creare software con successo.

Noi qui raggruppiamo i migliori 4, secondo una ricerca Distant Job .

  1. MEAN

Lo stack Mean è uno degli stack tecnologici più popolari del 2020. Questo stack software JavaScript gratuito e open source è ideale per la creazione di applicazioni / siti Web dinamici e interattivi.

Nel caso ve lo stiate chiedendo, il nome è un acronimo che sta per:

M – MongoDB: un database non relazionale utilizzato per archiviare i dati come documenti JSON (JavaScript Object Notation). È molto più espressivo ed efficace del modello tradizionale a righe e colonne, con un linguaggio di query avanzato ed espressivo che consente di filtrare e ordinare i dati in base a qualsiasi campo.

E – Express.js: framework per applicazioni web node.js, flessibile e leggero che fornisce una serie di funzioni avanzate per le applicazioni web e per dispositivi mobili

A – Angular: framework front-end che ti permette di raggiungere la massima velocità sulle attuali piattaforme web, ma soprattutto che ti permette il controllo diretto della scalabilità e che consente alla tua interfaccia utente di essere interattiva.

N – Node.JS: ambiente di runtime JavaScript che consente di implementare il back-end dell’app in JavaScript realizzando applicazioni di rete scalabili

Tutti i componenti MEAN utilizzano JavaScript; pertanto, le applicazioni possono essere scritte in una lingua sia per il front-end che per il back-end. In altre parole, questo stack è utile quando si lavora come sviluppatore full stack.

  1. MERN

Lo stack MERN è costituito da uno stack JavaScript che viene utilizzato principalmente per una distribuzione più semplice e rapida delle applicazioni web.

MERN è composto da 4 tecnologie: MongoDB, Express.js, React e Node.js.

L’unica differenza tra MEAN e MERN è che quest’ultimo sostituisce il framework Angular con la libreria React.

Uno dei maggiori vantaggi che gli sviluppatori sperimentano quando utilizzano MERN è che possono creare potenti applicazioni web caratterizzate da interfacce utente interattive. Questo, in termini di business, è molto rilevante perché avere un sito web con buone prestazioni della UI lo rende decisamente più attrattivo e i visitatori sono influenzati ad essere possibili Clienti.

MERN è perfetto per gli sviluppatori full-stack perché segue il tradizionale modello di architettura a 3 livelli, incluso il livello di visualizzazione front-end (React.js), il livello dell’applicazione (Express.js e Node.js) e il livello del database (MongoDB).

L’utilizzo di MERN ti consente di utilizzare il codice su browser e server contemporaneamente.

  1. MEVN

Sì, MEVN è esattamente come MEAN e MERN, solo che invece di usare Angular o ReactJS, usa Vue.js.

Negli ultimi anni, Vue.js ha guadagnato popolarità perché incorpora le migliori caratteristiche di Angular e React. Pertanto, con lo stack MEVN, si ha una soluzione leggera che offre prestazioni eccezionali e un ricco set di strumenti per lavorare al meglio. Vue.js è utilizzato principalmente nello sviluppo web front-end e ha un data binding bidirezionale che consente lo sviluppo front-end senza interruzioni e applicazioni interattive lato server.

Per riassumere, lo stack MEVN contiene componenti software che vengono utilizzati per progettare lo sviluppo sia front-end che back-end per migliorare la funzionalità del sito Web o dell’applicazione.

  1. LAMP

Lo stack tecnologico LAMP è noto per essere il più classico degli stack. È popolare perché offre tecnologie che ti consentono di creare app Web in modo rapido e stabile.

L’acronimo LAMP sta per:

L – Linux: sistema operativo

A – Apache: server HTTP

M – MySQL: Gestione di database relazionali

P – PHP: Linguaggio di programmazione

LAMP è stato uno dei primi stack di software open source; è stato creato nel 1998 e, nonostante i suoi anni, è ancora uno degli stack più popolari per realizzare le web app. Offre stabilità e semplicità, rendendolo una scelta adatta per gli sviluppatori che vogliono creare applicazioni web semplici ed efficaci.

Una delle sue più grandi caratteristiche è che LAMP può funzionare su qualsiasi sistema operativo ed offre migliaia di librerie, moduli e componenti aggiuntivi.

 

Ora a voi la scelta!

Per saperne di più sui nostri servizi clicca qui